…un motivo ci sarà

Pubblicato: luglio 6, 2011 in Uncategorized

Nei recenti scontri in Val di Susa una notizia mi ha colpito in modo particolare, quella di Fabiano Di Berardino.
In questo post ipotizzo che la sua testimonianza sia veritiera. Lo faccio perche’ mi ha ricordato molto le deposizioni fatte da numerosi testimoni durante il processo per i fatti di Bolzaneto 2001 che potete leggere, in forma quasi integrale, se avete la pazienza per cercarli, su questo sito:

http://www.supportolegale.org/

Potrei sbagliami, ma quello che mi interessa sono le reazioni delle persone alla notizia, quindi in questo caso poco conta che sia vera o falsa.
Quello che mi ha “turbato” non sono i metodi delle forze dell’ordine, dopo essermi accartocciato lo stomaco leggendo i fatti di Bolzaneto ormai li trovo “normali”, quanto piuttosto le reazioni della gente lette attraverso i commenti agli articoli:

– grande polizia,ammesso che sia tutto vero è una vera goduria punire questi assassini o potenziali assassini,non è gente civile nè normale e dovrebbero lavorare si ma a spaccare pietre.speriamo in altre piacevoli notizie

– quello che dice questo tipo tutte palle dai video si capisce bene che avevano intenzioni violente parlo da val susino doveva starsene a casa è non venire a rompere le palle quà

– Non credo a una sola parola! Caxxo ci faceva un’anarchico di BOLOGNA a fare casino nella mia valle??per cosa?a manifestare così giusto per il gusto di rompere, fare bordello e passare una giornata tra alcool e canne?bella roba!! IO vivo in valle,non doveva neanche essere lì, e cmq non credo a ciò che racconta perchè i poliziotti hanno precisi ordini e sicuramente non quello di “torturare”!o magari dovevamo aspettare che morisse proprio uno di qst poliziotti magari sotto i colpi di qualche sassaiola e poi dirgli “poverini, facevano il loro lavoro!”

– stella l’hanno torturato che cattivi questi poliziotti, vediamo facciamo la conta, 188 poliziotti feriti, qualcuno mi sa dire quanti manifestanti sono finiti in ospedale? mi raccomando sig rosso non pubblicare nemmeno questo.

voglio vedere chi di voi rimane fermo se arriva uno come questo in foto e gli scaglia una pierta in testa, tutti bravi a parlare. Biffy ha ragione nessuno gli avrebbe fatto del male se se ne rimaneva a casa sua.
Manca solo il pezzo in Val di Susa per completare la TAV e come al solito noi italiani dobbiamo sempre distinguerci dal resto dell’Europa. Siamo troppo indietro!!!!

– A Genova l’ errore che e’ stato fatto e’ quello che si sta commettendo in questo caso…
LIBERTA’ AI POLIZIOTTI di usare anche le armi perche’ siamo in presenza di delinquenti,non di manifestanti;
ai signori che coprono questi delinquenti faccio presente che con queste azioni (vedi Genova)tanti cittadini hanno avuto enormi danni a strutture ,auto e quant’ altro lasciando perdere la mancata liberta’ di uscire di casa come se si fosse in guerra.
Vergogna prima a chi li difende e poi a loro.

– Neanche lui ha il diritto di tirare sassi o quant’altro contro le forze dell’ordine….
Questo si chiama oltraggio a pubblico ufficiale

– forse è vero se stavi a casa non succedeva nulla,se la polizia ha fatto ciò ha sbagliato.ma chissà tu prima che hai combinato!!!!

– mi dispiace ma non tollero queste notizie perchè se è stato ridotto cosi come sostiene lui un motivo ci sarà se si stava a casa o protestava verbalmente tutto questo non succedeva perchè lanciare sassi, pietre e quant’altro contro le forze dell’ordine che sono persone esseri umani come noi che per 1500 euro a mese devono rischiare la vita per delinquenti come questo ragazzo è una cosa davvero orrenda!! allora che bisogna fare? le forze dell’ordine devono stare fermi impalati a rischiare la vita senza difendersi? beh no mi dispiace, si criticano tanto le forze dell’ordine ma nessuno si rende conto che loro difendono noi e chi provoca danni

Che dire?

La cosa che emerge di piu’ e’ la piena fiducia data alle forze dell’ordine. Fiducia talmente cieca da travalicare il loro ruolo istituzionale promuovendoli a giudici e carnefici.
Qualcosa avra’ certamente fatto, quindi e’ giusto pestarlo. E chissenefotte che nel nostro paese non siano previste pene corporali e chissenefotte che ci si diverta tanto a sputare in testa agli altri paesi dove invece queste sono, anche solo vagamente, previste.
Perche’ qui la violenza non viene giustificata al fine di fermare l’individuo, cosa che nei giusti limiti sarebbe legittima, ma viene giustificata e invocata in termini punitivi. Tutt’altra questione.
Sulla lievissima sfumatura tra violenza pro-arresto e violenza post-arresto non mi soffermo nemmeno, sarebbe chiedere troppo.

Il ragionamente e’ circolare, come in tutte le fedi (e forse come tutti i ragionamenti…): qualunque cosa possano mai fare le forze dell’ordine e’ giustificata, insomma, “un motivo ci sarà“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...